Il lato di Buda

LATO DI BUDA

Il Castello di Buda
Gli abitanti di Budapest, con la denominazione Castello di Buda, non intendono solo un castello oppure il Palazzo reale, ma anche tutto un quartiere storico che lo circonda, e che aspetta i visitatori con tante curiosità da vedere. In una giornata primaverile molti invitano i propri amici a fare una passeggiata con l’esclamazione „saliamo al Castello”, il che vuol dire: facciamo una passeggiata piacevole nel quartiere del Castello.

Il Quartiere del Castello

Il quartiere del Castello è uno dei luoghi più romantici di Budapest per fare una passeggiata. Si tratta di una cittadina medioevale con strade accoglienti, case vecchie, lampade a gas e monumenti bellissimi. Dalla piazza Dísz parte la via principale del quartiere – la via Tárnok – verso la chiesa di Mattia, cioè verso il centro di oggi. La piazza e le strade sono fiancheggiate da case piccole e colorate. Le strade serpeggianti e gli edifici più stretti risalgono ancora al Medioevo, a volte sono orneggiati da preziose finestre e porte in stile gotico. I palazzi eleganti in stile barocco e rococò ricordano le ricostruzioni dopo il dominio turco.
Le peculiarità delle case del Castello sono le cabine medioevali per sedersi sotto i portici. La loro specialità è che, nel corso delle ricostruzioni, dopo i turchi, sono state murate e poi velocemente dimenticate, tornando alla luce solo durante i bombardamenti della guerra. Probabilmente in queste cabine, ornate da archi di pietra in stile romano, gotico e rinascimentale, attendeva una volta la scorta degli ospiti della casa. Oggi invece sono quelle „specialità” di Buda che la fanno distinguere da ogni altra città.

Il Palazzo Reale

La parte meridionale del Monte del Castello è occupata dal Palazzo reale. Hanno abbattuto il famoso palazzo medioevale durante i combattimenti contro i turchi, apparentemente lasciando come memento solo le mura della fortezza. Dopo aver riempito il territorio fino al nuovo livello ci hanno edificato un imponente palazzo barocco, la cui costruzione è stata cominciata da Maria Teresa, poi è stato ampliato nel XIX. secolo per iniziativa degli ungheresi, ottenendo così la forma attuale. Il palazzo fu colpito da un incendio durante la Seconda Guerra Mondiale. Non è rimasta neanche una sola parte del palazzo in cui si potessero ammirare le stanze lussuose dei re di una volta, oggi occupate da differenti iniziative culturali.

Piazza della Trinità

La piazza oggi è il centro del quartiere del Castello. S’innalza qui la statua barocca e monumentale della Trinità, il vecchio Palazzo Comunale, discreto e modesto, e anche la famosa Chiesa di Mattia.
Qui si concentrano i migliori ristoranti e negozi. La Casa Dei Vini Ungheresi ha luogo nella cantina della sede della Fondazione per la Cultura Ungherese, nella stessa piazza.